LE RAGIONI DI UNA EVOLUZIONE

Le ragioni e le motivazioni che spingono le persone, uomini e donne, a cercare di migliorare la propria vita sono innumerevoli e sono all’origine di quello che veniva definito genericamente “il progresso”.

Ora è abituale riferirsi alla qualità della vita e alle esigenze del benessere sociale, economico e sanitario. Queste esigenze muovono le genti e le economie e non possono essere arrestate: occorre comprenderle e guidarle, secondo principi condivisi dalle comunità di riferimento. Spesso, per non dire sempre, questo impegno rappresenta una sfida, perché comporta un cambiamento, una modifica prima di mentalità e poi di azione, ed ogni mutazione è difficile e faticosa, come insegna la natura. Il benessere sociale, la sicurezza sanitaria ed il rispetto dell’ambiente sono solo alcuni di questi valori che l’opinione pubblica ed i movimenti di opinione, prima della azione politica, hanno posto al vertice della sensibilità comune imponendone il rispetto e la salvaguardia.

Queste ragioni sono oggi esigenze articolate e complesse, che coinvolgono individui, comunità, Istituzioni pubbliche e private, Autorità sanitarie, Associazioni e Movimenti di cittadini, di professionisti, di Imprese. Il benessere delle persone, il rispetto degli animali, la conservazione delle cose, la difesa sanitaria e la tutela dell’ambiente impongono oggi non il conflitto, di per sé improduttivo e limitante, ma il confronto e la collaborazione tra le diverse competenze e responsabilità che interagiscono in questo campo.

Occorre favorire, costituire, confermare e sviluppare il momento dell’incontro


La Cooperativa SINERGITECH – Sinergie Tecnologiche per l’Ambiente si pone in questo ruolo, per costituire un Centro di incontro e di coordinamento tra tutte le componenti che abbiano quale proprio riferimento lo scenario ambientale e naturale, impegnandosi nella educazione, nella divulgazione, nella formazione, nella ricerca tecnologica, nell’aggiornamento e nella innovazione, nella professionalità di tutti gli Operatori, pubblici e privati, individui e Imprese.

Sarà anche un Osservatore, imparziale, oggettivo, attento e critico su quanto avviene in questa area di ampi e comuni interessi, informando, divulgando e denunciando se necessario.